• Leonardo, terzo anno di Architettura.
    Al Collegio Universitario Paolo VI ho tutto quello
    che mi serve a un prezzo conveniente.
  • Daniele, terzo anno di Ingegneria Elettronica.
    Ho scelto il Collegio Paolo VI perchè
    in pochi minuti raggiungo la mia facoltà.
  • Federico, primo anno di Ingegneria Matematica.
    Il Collegio Paolo VI mi offre
    tutti i servizi di cui ho bisogno.
  • Gianluca, quarto anno di Ingegneria Chimica.
    Con i tutor del Collegio parlo di tutto
    e mi aiutano a riflettere sul mio percorso formativo.

VISITA ALLA FONDAZIONE PIRELLI

collegio universitario paolo VI iniziative
30/11/18

A poco più di mezzo anno di distanza dall'ultima visita tecnica alla scoperta del mondo del Business Industry, l'impavida delegazione del PAOLOVI riparte alla volta di una nuova avventura.Si cambia totalmente settore, quindi, abbandonando quelle coloratissime verniciature incotrate ad aprile e andando a fare la conoscenza di qualche malleabile elastomero.E chi interpellare, che la edúca su questi simpatici polimeri, se non la prestigiosa Fondazione Pirelli, che da più di 100 anni si occupa della ricerca e dello sviluppo di gomme di prima qualità?

Arrivata di prima mattina in zona Bicocca, il gruppo è stato gentilmente accolto dalla gradevole presenza di due membri dello staff Pirelli. La visita è iniziata dall'area riservata ai laboratori adibiti alle prove fisiche, alle quali i prototipi in fase di sviluppo devono essere sottoposti. Durante la scoperta del ciclo di produzione della gomma, da piccolo polimero a pneumatico adulto, la delegazione ha potuto rendersi conto del ventaglio di test da effettuare sui materiali, affinché abbiano le caratteristiche desiderate, dei macchinari che sono necessari per condurre i suddetti e di come questi prodotti emanino, alle volte, una fragranza alquanto discutibile. Il viaggio all'interno dell'azienda è proseguito alla volta dei laboratori chimici, che sono stati illustrati da Mattia, chimico di professione con la gomma nel cuore. Tra NMR, spettrografi e attrezzature varie da centinaia di migliaia di euro, la delegazione ha potuto constatare non solo quanto sia complicata e costosa la ricerca sulla struttura chimica dei materiali, ma di quanto siano necessarie le più disparate competenze in un ambiente che punta ad essere il migliore del settore.

L'avventura si è conclusa con la visita agli archivi storici della fondazione e un breve excursus su come questa sia nata e si sia evoluta nel corso degli anni, sulla base dei suoi principi cardine. Con questa esperienza abbiamo potuto comprendere come opera un'azienda leader nel proprio settore e di quanto sia importante la ricerca per mantenere il primato di mercato.

(C) Gianmarco Verga e Davide Salaorni